Altre pagine

Cerca nel blog

venerdì 4 giugno 2010

Un'ombra soffocante sull'informazione e sulla rete

Oggi ho ricevuto per inoltro una e-mail che avverte che un senatore dal nome mai sentito, tale D'Alia, UDC, ha proposto un emendamento al ddl 733 per limitare la libertà sulla rete e sui blog in particolare. Controllo e, come troppo spesso succede, la notizia è falsa: il ddl 733 è stato convertito in legge a luglio scorso e l'emendamento suddetto non è nemmeno stato preso in considerazione. Buona notizia, no?
Eppure, dato che c'ero, controllo meglio e mi rendo conto di due cose.
1. Due mesi fa, un altro simpatico parlamentare, Paolo Romani, cerca di far passare in un'apparentemente innocua legge destinata a recepire la direttiva UE sul web detta AVMSD (Audiovisual Media Services Directive una lieve modifica inquietante (oppure si tratta di ignoranza madornale). Per fortuna, il paragrafo viene riscritto per farlo coincidere con la direttiva, senza strane aggiunte, e per adesso siamo salvi. Riporto pari pari dal blog di Claudio Messora, http://www.byoblu.com/post/2010/03/01/Il-Decreto-Romani-e-passato.aspx :
[INIZIO CITAZIONE]
«La definizione di servizio di media audiovisivo non dovrebbe comprendere le attività precipuamente non economiche e che non sono in concorrenza con la radiodiffusione televisiva, quali i siti internet privati e i servizi consistenti nella fornitura o distribuzione di contenuti audiovisivi generati da utenti privati a fini di condivisione o di scambio nell’ambito di comunità di interesse.»
In un eccesso di zelo, Romani l'avevo ripresa nel seguente modo:
«Non rientrano nella nozione di servizio media audiovisivo i servizi prestati nell’esercizio di attività principalmente non economiche e che non sono in concorrenza con la radiodiffusione televisiva, fermo restando che rientrano nella predetta definizione i servizi, anche veicolati mediante siti internet, che comportano la fornitura o la messa a disposizione di immagini animate, sonore o non, nei quali il contenuto audiovisivo non abbia carattere meramente incidentale.»
[FINE CITAZIONE]
2. L'abbiamo scampata bella. Ma ricordiamoci che c'è sempre la minaccia dell'obbligo di rettifica estesa ai siti internet: i blog potrebbero diventare soggetti alla legge che obbliga a ospitare entro 48 ore la rettifica pena multe colossali:
http://punto-informatico.it/2641517/PI/Commenti/chiuso-rettifica.aspx
Ciao.

Nessun commento:

Posta un commento

Per favore, non usare toni e linguaggio che non ti piacerebbe se fosse visibile sul tuo blog o diario e che ti darebbe fastidio se venisse usato da altri con te.

Chi lo segue