Altre pagine

Cerca nel blog

venerdì 22 aprile 2011

A Pasqua, parole sante


Nella sua prima apparizione in tv, oggi su RAIUNO (neanche a dirlo...), il Papa ha risposto, tra gli altri, a una bambina giapponese che, in relazione al recente terremoto e agli altri problemi che affliggono il Giappone, chiedeva perché anche i bambini devono aver paura e soffrire. La piccola ha chiesto esplicitamente: «Tu che parli con Dio, sai darmi la risposta?»
Il Pontefice ha risposto (quasi testualmente) di esserselo chiesto spesso, ma che nemmeno Lui aveva la risposta.
E' tutto davvero commovente; reputo tuttavia curioso il fatto che su altri temi, forse meno pressanti e coinvolgenti, quali la fecondazione assistita, la contraccezione, l'omosessualità, l'aborto, l'eutanasia, le cure ai malati terminali, il “relativismo” e il crocifisso nelle aule scolastiche, Nostro Signore abbia invece provveduto sollecitamente a inviare tutte le risposte, visto che la Chiesa e i suoi eminenti rappresentanti sono sempre così sicuri su cosa e perché sia giusto e opportuno. Lo stesso Ratzinger, in effetti, durante la trasmissione dimostra che molte altre risposte invece le conosce benissimo.

Nessun commento:

Posta un commento

Per favore, non usare toni e linguaggio che non ti piacerebbe se fosse visibile sul tuo blog o diario e che ti darebbe fastidio se venisse usato da altri con te.

Chi lo segue